(2014) Girotondo

nicola-pisu-girotondo

Un album pensato, essenziale, schierato, dolente e struggente come una preghiera al dio dei senza tetto né legge, denso di senso e di parole, come non capita spesso di sentirne più. Un album per il quale l’aggettivo d’autore non  risulta speso a vuoto.
(Mario Bonanno, MESCALINA)

Undici poesie, a volte proposte in forma di ballata, che raccontano le vite dei fantasmi che pullulano nelle nostre città. Storie di emarginazione, di violenza, di sogni infranti, storie che è più comodo non ascoltare.
(Fortunato Mannino, SOUND36 MUSIC MAGAZINE)

BOOKLET