Laura Medda recensisce “Storie in forma di canzone” su A-Rivista Anarchica

Pubblicato il

Cantami di questo vento Girotondi di vaste solitudini si muovono tra le linee melodiche disegnate da un giovane cantautore del nostro tempo. Sguardo che sfila e cuce, come sospinto da un buon vento, i richiami di un sentire profondamente umano. Ogni espressione, traccia di un’opera letteraria o slancio d’inventiva poetica, avanza scandita da un cantato […]